Tag Archives: Italian teacher

Come mantenere le promesse per l’anno nuovo

Come la maggior parte delle persone, probabilmente anche tu hai fatto delle promesse per l’anno nuovo che non hai mantenuto. E’ facile arrendersi quando sei convinto che non puoi cambiare. Non essere troppo duro con te stesso.

Fare una Promessa

  1. Trova un luogo dove puoi sedere e riflettere. Porta con te carta e penna o un tablet se preferisci.
  2. Pensa ai cambiamenti e ai miglioramenti che vorresti fare.
  3. Rileggi la tua lista e trova gli elementi più importanti per te.
  4. Non cercare di intraprendere solo le battaglie più impegnative.
  5. Scrivi la tua lista di promesse.
  6. Siediti con familiari e amici e discuti dei tuoi obiettivi e delle motivazioni che ti hanno spinto a sceglierli.
  7. Stampa o scrivi delle copie delle tue promesse.

Mantenere le Promesse

  1. Sviluppa un piano temporale per ogni obiettivo.
  2. Inizia a seguire il tuo piano da subito.
  3. Crea un sistema per valutare il tuo impegno.
  4. Ricorda a te stesso i tuoi obiettivi.
  5. Concentrati sul processo e non sull’obiettivo finale.
  6. Crea un ambiente che ti permetta di raggiungere i tuoi obiettivi.
  7. Concediti una ricompensa quando ottieni dei risultati.

forrás: www.wikihow.com

  • arrendersi – to give up
  • essere convinto – to be convinced
  • riflettere – to think about
  • intraprendere – undertake
  • battaglie – battles
  • obiettivo – goal
  • concedere – to give
Nocciolino

C’era una volta una coppia di sposi. Avevano una casa in campagna e coltivavano la terra. Il loro unico dispiacere era quello di non avere figli. Un giorno però nacque un bambino. Era piccolo piccolo, tanto da stare in una mano. Papà e mamma lo chiamarono Nocciolino. “Crescerà'”, diceva la gente, ma il bambino rimaneva sempre minuto e piccolino. Il padre faceva fatica ad ammetterlo, ma era un pò deluso. “Come potrò farlo lavorare nei campi”, pensava. “Non riesce nemmeno ad arrivare al giogo dei buoi”.

Una notte il bambino cominciò a sentire degli strani rumori. Si alzò dal lettino minuscolo e andò a vedere. C’erano dei ladri che stavano rubando le galline. “Che cosa fate, smettete di rubare!” cominciò ad urlare il piccolo, che si era nascosto dietro ai cardini della porta. I ladri, che non vedevano nessuno nel pollaio, si spaventarono, pensando che ci fossero dei fantasmi o dei folletti e scapparono.

Dopo qualche notte, i ladri tornarono per rubare qualche bue. Nocciolino, sempre pronto a farsi svegliare dal minimo rumore, scese nella stalla e si nascose nell’orecchio di un bue. “Lasciatemi stare! Non portatemi via” urlava il bambino e i ladri, che pensavano fosse il bue a parlare, corsero via per non tornare mai più. “Tu sei un bambino straordinario” disse il papà a Nocciolino. E da allora è sempre stato fiero del suo piccolo figlio.

  • coltivare – to crop
  • dispiacere – sorrow
  • minuto – itsy-bitsy
  • ammettere – to admit
  • deluso – disappointed
  • giogo – yoke
  • buoi – oxen
  • minuscolo – tiny
  • cardine – hinge
  • pollaio – chicken run
  • folletto – sprite
  • stalla – stable
Inverno – Winter

L’inverno è il periodo dell’anno che favorisce maggiormente l’immaginazione: ci si siede davanti al camino, si riflette sul passato, su quello che è stato l’anno appena trascorso, ci si prepara a quello che verrà. È una stagione psicologica, oltre che temporale.  (Sting)

Se non avessimo l’inverno, la primavera non sarebbe così piacevole: se qualche volta non provassimo le avversità, la prosperità non sarebbe così gradita.  (Anne Bradstreet)

Una parola gentile può riscaldare tre mesi invernali.  (Proverbio)

Barzellette sugli animali – Animal jokes

 
Un’oca incontra un cane e gli dice: “Che freddo cane!”
E il cane le risponde: “Non dirlo a me, io ho la pelle d’oca!”

Una papera chiede ad un altra papera: Dove sei? – QUA!

Dove va un pollo quando sta male? Al polliclinico!

Cosa fanno due api sulla luna? La luna di miele.

Dove fa il bagno un canguro? Nel Mar… Supio.

  • l’oca – goose
  • la pelle d’oca – goose pimples
  • la papera – duck
  • luna di miele – honeymoon
  • il marsupio – marsupium
Prendimi la mano – Hold my hand

 

a-personUn papà e il suo bambino camminavano sotto i portici di una via cittadina su cui si affacciavano negozi e grandi magazzini. Il papà portava una borsa di plastica piena di pacchetti e sbuffò, rivolto al bambino. “Ti ho preso la tuta rossa, ti ho preso il robot trasformabile ti ho preso la bustina dei calciatori… Che cosa devo ancora prenderti?”.
“Prendimi la mano” rispose il bambino.

source: www.webframmenti.altervista.org

  • cittadina – townlet
  • affacciarsi – to overlook
  • sbuffare – to snort
  • rivolto a – adressed to
  • la tuta – suit
  • bustina di calciatori – soccer collector cards
San Nicola – Mikulás

 

santa-clausIl 6 dicembre é una festa molto aspettata dai bambini in Ungheria. Quel giorno Mikulás (San Nicola) porta piccoli regali e cioccolati ai bambini buoni, coma fa la Befana in Italia. I bambini la sera prima lucidano bene i loro stivali e li mettono nella finestra. Mikulás arriva durante la notte e mette regali e dolci negli stivali dei bambini bravi, mentre porta „virgács” (verghe dorate) ai bambini monelli con cui possono essere (leggermente) “picchiati” dai genitori.

  • lucidare – to polish
  • monello – naughty
  • picchiare – to beat
bisogna – ci vuole – ci vogliono

 
clock-1758191_640– Prima di salire sul treno bisogna fare il biglietto.
– Before getting on the train you must buy a ticket.

– Ci vuole un minuto per arrivare a casa.
– It takes a minute to arrive home.

– Per comprare una casa ci vogliono tanti soldi.
– To buy a house you need a lot of money.

– Quanto tempo ci vuole per finire la cena?
– How long it takes to finish dinner?

– Per arrivare a Bologna ci vuole ancora un’ora.
– It still takes an hour to get to Bologna.

venice-1705482_640– Bisogna parlare la lingua inglese.
– Beszélni kell angolul.

– Ci vuole una gondola per visitare Venezia.
– You need a gondola to visit Venice.

– Bisogna studiare tanto per questo esame.
– We have to study a lot for this exame.

– Ci vogliono 5 giorni per prepararsi all’esame.
– It takes 5 days to prepare to the exam.

– Qui bisogna girare a destra.
– You must turn right here.

La nuvoletta gentile – The kind little cloud

/L’uso del passato remoto – Use of passato remoto/

field-601209_640Una nuvoletta nera, piena d’acqua, se ne andava per il cielo, spinta dal vento. “Dove posso far cadere la mia acqua?” domandò tra sé. Guardò giù sulla terra. Vide in un prato tanti bambini che si divertivano, cantavano e ridevano. “No, non devo far cadere la mia acqua sopra quei bambini, si bagnerebbero e potrebbero prendersi un male. E’ meglio che vada avanti ancora un poco”. La nuvoletta fece un’altra passeggiata. Si fermò e guardò giù. Vide un ruscello che correva tranquillo. “No, il ruscello non ha bisogno della mia acqua, andrò avanti ancora.” Riprese il suo cammino. Si fermò un’altra volta… guardò sulla terra e vide tanti fiorellini con le corolle abbassate… i petali sciupati, i gambi ingialliti. E sentì anche le voci di lamento: “Abbiamo sete, regalaci un po’ d’acqua o nuvoletta!” La nuvola disse tra sé: “Sopra questi fiori posso lasciar cadere la mia acqua. Hanno sete e non aspettano altro”. Difatti la nuvoletta lasciò cadere tante gocce… la pioggia benefica riportò la freschezza e la gioia ai fiori assetati.

source: www.pianetabambini.it

  • bagnarsi – to get wet
  • prendersi un male –to  get sick
  • il ruscello – creek
  • i petali – petals
  • sciupato – withered
  • il gambo – stem
  • il lamento – lament
  • benefica – beneficial
AVERE o ESSERE, verbi con doppio ausiliare
verbs with auxiliary AVERE and ESSERE

running-573762_640

  • aumentare
    • Il costo della vita è aumentato. – The cost of living has increased.
    • Ho aumentato il volume della radio. – I turned up the radio volume.
  • cambiare
    • Sei cambiato molto recentemente. – You have changed a lot recently.
    • Finalmente ho cambiato macchina. – Finally I changed my car.
  • correre
    • Sono corso a casa. – I ran home.
    • Ho corso dieci chilometri. – I ran ten kilometers.
  • crescere
    • Il bambino è cresciuto. – The child has grown.
    • La madre ha cresciuto i suoi figli. – The mother raised her children.

graduation-907565_640

  • finire
    • Il film è finito alle 11. – The movie finished at 11.
    • Ho finito l’università nel 1995. – I’ve finished the university in 1995.
  • migliorare
    • Le sue condizioni sono migliorate. – His conditions got better.
    • Ho migliorato l’aspetto del mio ufficio. – I made better the appareance of my office.
  • passare
    • Molto tempo è passato. – A lot of time passed.
    • Lui ha passato tutta la mattina a letto. – He spent all morning in bed.
  • peggiorare
    • La situazione è peggiorata. – The situation became worse.
    • Hai peggiorato la situazione. – You made the situation worse.

stairs-113610_640

  • salire
    • Sono salito a casa sua. – I went up to his home.
    • Ho salito tutti gli scalini. – I claimbed all the stairs.
  • scendere
    • Siamo scesi dall’autobus. – We got off the bus.
    • Abbiamo sceso le scale. – We went down the stairs.
  • servire
    • Quei soldi mi sono serviti. – I needed that money.
    • Il barista ha servito un cliente. – The bartender served a client.
  • toccare
    • Oggi è toccato a me. – Today it was my turn.
    • Chi ha toccato i miei fiori? – Who touched my flowers?
La ricottina

 

la-ricottina-chicksC’è una contadina che si chiama Marietta. La contadina aiuta sempre un suo vicino pastore e un giorno, il pastore, le regala una ricotta. Marietta è molto contenta, prende la ricotta, la chiude in un cestino e mette il cestino sulla sua testa.
Mentre cammina per tornare a casa, Marietta pensa: «Ora vendo la ricotta e con i soldi compro una gallina. Poi faccio fare molte uova alla gallina, la-ricottina-rabbitle vendo e con i soldi compro un coniglio. Faccio fare molti cuccioli, al coniglio, li vendo e con i soldi compro un maiale, lo faccio ingrassare e lo vendo, con i soldi compro una mucca. E così guadagnerò tanti soldi per comprarmi una bella casa, abiti eleganti e tutti mi saluteranno con un inchino! Così!»
Marietta si dimentica di avere la ricotta sulla testa, si inchina e la ricotta le cade e si rompe. E con lei si rompono tutti i suoi sogni.

  • la contadina – country girl
  • il cestino – basket
  • la gallina – chicken
  • il coniglio – rabbit
  • il maiale – pig
  • la mucca – cow
  • fare ingrassare – fatten up
  • inchino – bow
  • si rompe – split up