Tag Archives: Italian online

Festa della donna – Women’s day

L’iniziativa di celebrare la giornata internazionale della donna fu presa per la prima volta nel febbraio del 1909 negli Stati Uniti su iniziativa del Partito socialista americano. L’anno seguente, nel 1910, l’iniziativa venne raccolta da Clara Zetkin a Copenaghen durante la Conferenza internazionale delle donne socialiste.
Dai documenti del congresso non risultano chiare le motivazioni che spinsero alla scelta proprio di quella data. In realtà fino al 1921 i singoli Paesi scelsero giorni diversi per la celebrazione.
Durante la Seconda conferenza delle donne comuniste a Mosca (1921), viene confermata come unica data per le celebrazioni l’8 marzo in ricordo della manifestazione contro lo zarismo delle donne di San Pietroburgo nel 1917.

LA MIMOSA PER LA FESTA DELLE DONNE. La scelta della mimosa risale invece al 1946: le organizzatrici delle celebrazioni romane cercavano infatti un fiore che fosse di stagione e che costasse poco, e lo trovarono appunto nella mimosa.

Source: www.focus.it

  • il partito – party
  • manifestazione – protest march
  • zarismo – czarism
  • risale a – to reascend
Alcuni verbi con la preposizione “di”

avere bisogno di – to need something
Ho bisogno del tuo aiuto.

avere intenzione di – to have intetion to
Ho intenzione di visitarlo.

avere occasione di – to have occassion to
Ho avuto l’occassione di viaggiare con lui.

avere paura di – be frightened
Ho paura del buio.

avere voglia di – to feel like
Ho voglia di andare al cinema.

curarsi di – to care about something/someone
Mi curo del mio cane.

finire di – to finish
Ho finito di studiare.

smettere di – to stop to do something
Mio padre ha smesso di fumare.

La storia della Vespa

Sono 17 milioni in totale gli esemplari di Vespa venduti nella sua storia, un modello che nel Dopoguerra ha rappresentato il mezzo con cui si spostavano le famiglie italiane: basti pensare che nel periodo dal ’46 al ’65 (anno della scomparsa di Enrico Piaggio) ne furono vendute 3.350.000, praticamente una Vespa ogni 52 abitanti.
Nasce nel 1946 su stimolo di Enrico Piaggio e grazie all’intuito di Corradino D’Ascanio con l’obiettivo di diventare un prodotto a basso costo e di largo consumo.
Il 23 aprile 1946 la Piaggio deposita il primo brevetto per “motocicletta a complesso razionale di organi ed elementi con telaio combinato con parafanghi e cofano ricoprenti tutta la parte meccanica”.
La prima Vespa, la 98cc, viene così posta in vendita in due allestimenti “normale” e “lusso” a partire da 55.000 Lire (61.000 la versione più curata). A questo, fecero seguito ben 148 modelli diversi (fino al 2009), ai quali sono state apportate oltre 20.000 modifiche e sostituiti 1.500 particolari.
Del tutto eccezionale e unica nel mondo delle “due ruote” è la storia di Vespa PX (125, 150 e 200cc), il singolo modello di maggior successo nell’intera storia di Vespa: nata nel 1977, ha superato la cifra di tre milioni di unità prodotte e vendute.

Source: www.motociclismo.it

  • la scomparsa – gone
  • l’intuito – intuition
  • il brevetto – licence
  • il telaio – frame
  • parafango – mudglap
  • il cofano – hood
Gli interrogativi – Questions

SINGOLARE

 

qualità–identità

qualità–identità

quantità

identità

PLURALE

maschile

che

quale

quanto

chi

femminile

che

quale

quanta

chi

maschile

che

quali

quanti

chi

femminile

che

quali

quante

chi

Per esempio:
Che è successo?
Quali progetti hai?
Quante persone ci sono?
Chi ha parlato?

AVVERBI

modo

luogo

tempo

misura o valore

causa

INTERROGATIVI

come

dove

quando

quanto

perchè – come mai

 
Per esempio:
Come ti chiami?
Dove vai?
Quando torni?
Quanto costa?
Perchè piangi?
Come mai sei in ritardo?
Curiosità sull’Italia

Ogni giorno, a Roma, i turisti gettano nella Fontana di Trevi circa 3000€.
In Italia ci sono gli unici 3 vulcani attivi di tutta Europa! Questi sono: Stromboli, Etna e Vesuvio.
L’Italia ha ben 50 siti dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, il numero più alto di ogni altro paese del mondo.
Lo stato (riconosciuto) più piccolo del mondo è in Italia, ed è il Vaticano con una superficie di appena 0.44 kmq.
La pizza, destinata a diventare un successo mondiale, è stata inventata a Napoli, si pensa attorno al 1860.
In Italia la pasta viene consumata da tempi antichissimi risalenti al IV secolo a.C.
Ogni anno un italiano consuma 3.7 kg di caffè, e, sempre ogni anno, vengono preparati 14 miliardi di “espressi”.
L’Italia è il più grande esportatore di vino al mondo.
La popolazione italiana è la terza più vecchia del mondo, dopo il Giappone e la Germania.
L’Italia è il quarto paese più visitato al mondo.
L’italiano è la quarta lingua più studiata al mondo.

Source: http://www.lagazzelladellasera.it/

  • dichiarato – declared
  • patrimonio dell’umanitá – world heritage
  • riconosciuto – admitted
  • risalente a – it is from …
Modi di dire

Dormire sugli allori.
Adagiarsi.

Avere un chiodo fisso.
Avere un’idea fissa / una fissazione.

Avere la testa fra le nuvole.
Essere distratti.

Essere un libro aperto per qualcuno.
Non avere segreti.

Cercare un ago in un pagliaio.
Si usa quando è difficile o quasi impossibile trovare qualcosa.

Trovare il pelo nell’uovo.
Cercare ogni scusa.

Avere paura della propria ombra.
Aver paura di tutto.

Alzarsi con il piede sinistro.
Essere di cattivo umore.

Avere un diavolo per capello.
Essere particolarmente nervosi/arrabbiati.

Gettare la spugna.
Arrendersi.

Forrás: www.oneworlditaliano.com

  • alloro – laurel
  • adagiarsi – to lie down
  • chiodo – nail
  • distratto – absent-minded
  • pagliaio – haystack
  • arrendersi – to give up
Alcune cose interessanti da sapere sui sogni che non tutti sanno

Il 90% dei sogni vengono dimenticati
Entro 5 minuti dal risveglio, metà sogno viene dimenticato. Entro 10 minuti, il 90%.

Nei nostri sogni vediamo solo volti conosciuti
La nostra mente non inventa o crea volti. Nei nostri sogni vediamo sempre facce di persone reali, ma non sempre le conosciamo o le ricordiamo. Tutti noi abbiamo visto decine o centinaia di migliaia di volti nella nostra vita, abbiamo quindi una scorta sostanzialmente infinita di personaggi che il nostro cervello può utilizzare nei nostri sogni.

Non tutti sognano a colori
Il 12% delle persone osservate sognano esclusivamente in bianco e nero. I restanti sognano a colori.

Emozioni
L’emozione più comune che viene espressa nei sogni è l’ansia. Le emozioni negative sono più comuni nei sogni di quelle positive.

Puoi avere dai quattro ai sette sogni in una notte
In media è possibile sognare da una a due ore ogni notte.

Se stai russando, allora non stai sognando
Questo dato si trova dappertutto su internet, ma c’è il sospetto che non sia corrispondente alla realtà dato che non sono stati trovati studi scientifici che lo provino.

Source: www.keblog.it

  • decine – tens
  • centinaia – hundreds
  • la scorta – stock
  • l’ansia – worry
  • russare – to snore
  • provare – prove
I cani leggono il linguaggio del corpo meglio di noi

online olaszCi sono persone che si vantano di saper leggere il linguaggio del corpo delle altre. Ma non riusciranno mai a farlo bene come lo fa un cane. Il tuo cane nota tutto di te. Quando ti cambi sa che stai per uscire, quando ti metti il rossetto sa che starai via per del tempo, quando ti arricci i capelli sa che sei nervosa, quando storci la bocca sa che sei arrabbiata. Nota i piccoli gesti molto meglio di quanto potremmo pensare, e a volte sta male e soffre insieme a te, anche se non te ne rendi conto e anche se non sa perché, effettivamente, stai soffrendo. Il tuo cane ti è molto più vicino di quanto tu possa pensare.

Forrás: www.curiosone.tv

  • notare – to notice
  • cambiarsi – to change
  • arricciarsi i capelli –
  • non te ne rendi conto – you don’t realize
Alcune curiositá sui gatti
I gatti non possono sentire il sapore dolce!

La questione, veramente. è sempre stata dibattuta. Ora, però, gli scienziati del Monell Chemical Senses Center di Philadelphia hanno scoperto che i mici hanno una mutazione genetica, ossia un cambiamento del loro dna , che rende loro impossibile percepire il gusto dolce.

Non riconoscono la loro immagine allo specchio

Perché è una superficie inodore, e l’odore è elemento essenziale perché il gatto riconosca l’immagine riflessa come elemento vivo.

Non vedono bene da vicino

Al di sotto dei 15 centimetri la loro vista diventa offuscata

Non vedono tutti i colori

Recenti studi confermano che i gatti vedano solo alcune cromie quali blu, verde e rosso
Hanno 5 dita nelle zampe anteriori, ma solo 4 dita dietro
I gatti possiedono in totale 18 dita anziché 20 come noi umani. Hanno 5 dita per ogni zampa anteriore e solo 4 in quelle posteriori

Source: https://ilbuongiorno.it, www.focusjunior.it

  • ossia – that is
  • percepire – perceive
  • inodore – odorless
  • offuscato – dusty
  • zampa – paw
Chi é la Befana?

La Befana è una vecchia brutta e gobba, con il naso adunco e il mento aguzzo, vestita di stracci e coperta di fuliggine, perchè entra nelle case attraverso la cappa del camino.

Infatti la notte tra il 5 e il 6 gennaio, mentre tutti dormono infila doni e dolcetti nelle calze dei bambini appese al caminetto. Ai bambini buoni lascia caramelle e dolcetti, a quelli cattivi lascia pezzi di carbone.

La Befana si festeggia nel giorno dell’Epifania, che di solito chiude le vacanze natalizie. Il termine “Befana” deriva dal greco “Epifania” che significa “apparizione, manifestazione”. Avvenne nella notte tra il 5 ed il 6 gennaio che i Re Magi fecero visita a Gesù per offrirgli oro, incenso e mirra. Anche la Befana apparve nei cieli, a cavallo della sua scopa, ad elargire doni o carbone, a seconda che i bambini siano stati buoni o cattivi.

  • gobba – hump
  • naso adunco – hook nose
  • aguzzo – spiky
  • stracci – rags
  • fuliggine – soot
  • incenso – incense
  • mirra – myrrh
  • elargire – to give