Home About me Lessons Prices Contact
Autunno: perché cadono le foglie?

Le foglie con il freddo diventano rosse, ocra, gialle e poi cadono, lasciando le piante spoglie. Le piante si spogliano come forma di difesa contro il freddo che verrà. Si tratta di un processo veramente complesso che ha richiesto millenni di evoluzione per raggiungere questa raffinatezza. Le piante sono in grado di percepire le mutate condizioni ambientali come la discesa delle temperature, l’accorciarsi delle giornate, il variare dell’intensità nella radiazione luminosa, e a queste sanno rispondere. Le foglie, fino a quel momento il motore della pianta con il processo della fotosintesi, con l’inverno diventerebbero un peso inutile e un pericolo, per la capacità di trattenere la neve, appesantirsi e creare danni alle branche se non all’intera stabilità. Così in autunno, il progressivo raffreddamento delle temperature, mobilizza lentamente le sostanze contenute nelle foglie (zuccheri e altre sostanze organiche) verso il tronco,mentre la clorofilla (il pigmento principale che dà il colore verde al parenchima fogliare) si degrada determinando il mutamento del colore. Quando questo processo è terminato, si crea alla base del picciolo un piccolo strato suberoso funzionale al fatto che, quando la foglia cadrà, impedirà l’ingresso di patogeni e parassiti.

Source: www.cosedicasa.com

  • spogliarsi – to peel off
  • percepire – to detect
  • l`accorciarsi – shortening
  • appesantirsi – to grow heavy
  • picciolo – leaf stalk
  • impedire – to prevent
Settembre

Settembre è il nono mese dell’anno secondo il calendario gregoriano, durante il quale inizia la scuola, l’estate lascia spazio all’autunno ed il segno della Bilancia segue a quello della Vergine. 
Il nome deriva dal latino september, a sua volta da septem, “sette”, perché era il settimo mese del calendario romano, che iniziava con il mese di marzo. Nel 37 l’imperatore Caligola mutò il nome del mese in “Germanico” in onore dell’omonimo padre, ma alla morte dell’imperatore il nome tornò quello originale.

Nel medioevo Settembre era rappresentato da un gruppo di persone intente alla vendemmia, mentre nell’antica Grecia si celebravano feste in onore di Demetra, dea delle messi ( identificata con la dea latina Cerere). 
É il mese durante il quale le giornata si accorciano e l’aria diventa via via più fredda, la natura si prepara al lungo sonno dell’inverno; è il mese dei colori, dei profumi, degli ultimi frutti estivi.

Source: www.3bmeteo.com

  • mutare – to change
  • in onore di – in honour of
  • omonimo – namesake
  • intento – intent
  • dea – goddess
  • accorciarsi – to shorter
Arrivederci fratello mare

sunsetEd ecco ce ne andiamo come siamo venuti
arrivederci fratello mare
mi porto un po’ della tua ghiaia
un po’ del tuo sale azzurro
un po’ della tua infinità
e un pochino della tua luce
e della tua infelicità.
Ci hai saputo dir molte cose
sul tuo destino mare
eccoci con un po’ più di speranza
eccoci con un po’ più di saggezza
e ce ne andiamo come siamo venuti
arrivederci fratello mare.

Poesia di Nazim Hikmet

  • ghiaia – gravel
  • speranza – hope
  • saggezza – wisdom
Crociera

cruise-shipCrociera prenotata, bagagli fatti: ti stai per imbarcare!
Durante la procedura del check-in ti viene ritirato il passaporto o carta di identità per far apporre i timbri dei visti dei paesi stranieri. Ti sarà naturalmente restituito al tuo sbarco definitivo.
Consegni inoltre la valigia che “dovresti” trovare poi in cabina: il condizionale è d’obbligo perché vista la mole di passeggeri imbarcati e sbarcati delle volte può succedere qualche intoppo.
Un suggerimento: oltre alla valigia principale, porta con te un piccolo bagaglio a mano con l’indispensabile. In questo modo sarai autonomo e anche senza valigia potrai farti una doccia in cabina e cambiarti per andare alla scoperta della nave.
Solitamente le cabine sono pronte per l’ora di pranzo, un po’ come negli hotel.

cruise-shipSempre durante il check-in ti viene consegnata una tessera magnetica personale con codice a barre: oltre ad aprire la porta della cabina, dovrai passare la tessera per ogni acquisto e consumazione fatta a bordo della nave.
Sulla tessera sono presenti anche altre informazioni: il nome del ristorante, il numero del tavolo ed il turno per la cena, il numero della cabina e l’Assembly Station (il punto di ritrovi in caso di evacuazione della nave).
Questa tessera dovrà essere passata ad ogni sbarco e imbarco nei porti: non perderla!
Importate: a bordo non servono contanti, a parte nei casinò. Passando la tessera ti sarà tutto addebitato sul conto della cabina che dovrai saldare prima dello sbarco.

Source: www.ilturistainformato.it

  • bordo – board
  • apporre il visto – to stamp the visa
  • intoppo – hitch
  • suggerimento – soggestion
  • tessera – card
  • codice a barre – bar code
  • sbarco – landing
  • imbarco – boarding
  • saldare – to pay up
Ferragosto

madonninaFinalmente, dopo un anno di lavoro, arrivano le tanto sospirate ferie che per molti italiani coincidono con la settimana centrale del mese di agosto e la celebre festa di Ferragosto. Per i più è questa l’occasione propizia per mettersi in viaggio, fare una vacanza in Italia o all’estero o, semplicemente, una gita fuori porta. Dando uno sguardo al calendario, al 15 agosto troviamo  l’Assunzione della Santissima Vergine; giorno in cui la Chiesa cattolica festeggia Maria, madre di Gesù, accolta in Paradiso.

Source: www.meteoweb.eu

  • sospirato – wanted
  • coincide – correspondes
  • propizia – favorable
  • accogliere – to accept
Costa Smeralda

CostaTra le mete più affascinanti della Sardegna troviamo la Costa Smeralda, nella parte nordorientale della Regione, a nord di Olbia tra i golfi di Arzachena e di Cugnana. Gli 80 chilometri di litorale sono avvolti dalla macchia mediterranea, punteggiati da spiagge di sabbia bianca, calette nascoste, isole e animati da una vivace vita notturna che si svolge in locali alla moda. Rocce granitiche di rara bellezza spuntano da un mare sensazionale dalle sfumature di verde e turchese dando vita a spiagge e scenari meravigliosi. Porto Cervo è la perla della Costa Smeralda ma Porto Rotondo, ricco di piazzette e negozietti, non è da meno. Sofisticate, lussuose e alla moda, sono la base ideale per andare alla scoperta della Costa Smeralda.

Source:www.sardegna.info

  • meta – destination
  • litorale – coast
  • caletta – pool
  • vita notturna – nightlife
  • rocce – rock
  • sfumatura – undertone
  • scenario – scenery
Proverbi sul mese di agosto

Quando piove d’agosto, piove miele e piove mosto.

Chi dorme d’agosto, dorme a suo costo.

Agosto matura e settembre vendemmia.

Di settembre e d’agosto, bevi il vin vecchio e lascia stare il mosto.

Acqua d’agosto dà castagne e mosto.

Acqua d’agosto rinfresca il bosco.

Agosto prepara la cucina – Settembre riempie la cantina.

  • Il mosto – stum
  • a suo costo – at his own cost
  • la vendemmia – harvest
  • rinfrescare – to rifresh
  • riempire – to fill
  • la cantina – cellar
Insalata caprese

antipastaL’ Insalata Caprese è un’ insalata tipica della Campania, originaria di Capri,da cui prende il suo nome. La Caprese è la ricetta estiva per eccellenza, servita sia come antipasto che come secondo piatto e prevede l’utilizzo di mozzarella di bufala, pomodori e basilico, il tutto condito con sale, origano e olio extravergine d’oliva.

Preparazione:

  1. Lavate i pomodori, privateli del peduncolo verde, asciugateli ed affettateli nel senso della lunghezza ottenendo delle fette spesse circa 1 cm. Affettate la mozzarella a fette di 1 cm di spessore. Sciacquate il basilico.
  2. Sistemate in un piatto di portata le fette di pomodoro, alternandole con quelle di mozzarella.
    Sistemate una fogliolina di basilico su ogni fetta di mozzarella.
  3. Salate, spolverizzate con l’origano ed irrorate tutto con l’olio extravergine di oliva a filo.
  4. Trasferite l’insalata caprese in frigo per circa 1 ora prima di servirla in tavola.

Forràs: http://www.misya.info

  • condito – flavored
  • peduncolo – peduncle
  • spessore – thickness
  • sciacquare – to wash out
  • spolverizzare – to bepowder
  • irrorare – to perfuse
Capri – Grotta Azzurra

Capri custodisce un tesoro: è la Grotta Azzurra, un gioiello scoperto già ai tempi dei Romani. Gli imperatori infatti avevano visto giusto e sfruttando l’ingresso alla grotta, nascosto spesso dalle maree, ne avevano fatto la loro piscina privata.
Secondo alcuni storici del tempo, l’Imperatore Tiberio si era fatto costruire un passaggio che collegava la sua villa alla grotta, anche se il cunicolo – forse crollato – non è mai stato ritrovato.

Per lungo tempo la Grotta Azzurra era stata quasi dimenticata: i marinai del luogo infatti ne erano intimoriti, perché alcune leggende popolari ne parlavano come di un luogo infestato da spiriti e demoni. 
Anche se avvolta dal mistero, la grotta azzurra era rimasta ben nota ai pescatori, che ne conoscevano l’accesso; proprio uno di loro, nella prima metà del 1800 la fece esplorare per la prima volta ai tedeschi Ernst Fries e August Kopisch, un pittore e uno scrittore. I due narrarono con stupore e meraviglia la scoperta e da allora la grotta dai riflessi cangianti divenne celebre in tutto il mondo.

La luce penetra nella grotta dall’esterno e arriva dall’interno attraverso un’apertura sottomarina, creando un gioco di colori che tende all’azzurro e varia nelle diverse ore del giorno e con le condizioni atmosferiche. Proprio questo fenomeno ha reso il monumento naturale una meta ambitissima dai visitatori la più visitata dopo gli scavi di Pompei e la reggia di Caserta.
Vi si accede quasi distesi in piccole barche che varcano l’arco d’ingresso che si fa più grande o più piccolo in base alla marea.

Source: www.italyguides.it

  • custodire – to guard
  • marea – ebb and flow
  • cunicolo – tunnel
  • intimorito – frightened
  • infestato – infested
  • stupore – wunderment
  • cangiante – changeable
  • meta – destination

Renata Bukvics Italian language teacher